NOC / SOC Close-up - A close-up of a Network or Security Operations Center. A set of monitors shows monitoring statistics.

Questo tipo di attività è nata per sopperire alla mancanza di tecnici IT operativi presso la sede dei nostri Clienti, in possesso della necessaria preparazione per garantire la manutenzione /continuità dei servizi erogati dai server e la gestione professionale di situazioni di disaster recovery.
Il servizio viene erogato in remoto da un team di tecnici con consolidata esperienza nella gestione di infrastrutture IT di alta complessità. Questo gruppo di lavoro e le rispettive risorse hardware a loro disposizione compongono di fatto il dipartimento NOC (Network Operations Center) di Auxilium che è dislocato presso gli uffici di Volpiano, sito principale del nostro Datacenter.
Come funziona:
Grazie all’ausilio di server specifici dedicati al monitoring real time di servizi remoti il NOC Auxilium sarà in grado di allertarsi immediatamente all’incorrere di un evento indipendentemente dal suo livello di criticità. All’attivazione del servizio verranno configurati i trigger sui siti remoti per l’invio di mail di report o di fault alle cassette postali che saranno tenute in costante consultazione.
Il team in seguito si preoccuperà di configurare l’ambiente remoto per poter accedere ad un’operatività totale sull’infrastruttura che gli permetterà sia di stabilire sessioni RDP (Remote Desktop Protocol ) sui singoli server ma anche di accedere al BIOS degli apparati hardware e, se necessario, interrompere l’alimentazione di corrente o pilotare un reboot in totale sicurezza. Tutto ciò ci consente di non dover MAI essere costretti ad intervenire presso la sede del cliente se non per sostituzioni di parti hardware.
Tra le attività svolte dal servizio NOC di particolare importanza ci sono quelle relative alle problematiche di backup. All’avviamento del servizio viene concordata con il cliente la ricorrenza ( backup frequency) e la politica di ritenzione ( retention policy). Sarà nostra cura verificare il rispetto della schedulazione e la consistenza dei dati presenti nei diversi supporti che siano giornalieri, settimanali o remoti. Altrettanto importante è la pianificazione della procedura per il disaster recovery in modo da poter agire immediatamente al verificarsi di situazioni che mettono in crisi la continuità del servizio. Affinché una procedura di disaster recovery sia funzionale è necessario effettuare periodicamente delle simulazioni di disaster recovery che, al pari di una esercitazione antincendio, ci assicurano la protezione dei dati nei casi di fault particolarmente gravi. Il simulation disaster recovery permetterà anche di avere una stima molto precisa dei tempi dell’operazione che impatterà sull’interruzione dei servizi. In caso di forti criticità sulla business continuity potrebbe essere necessario evidenziare questi dati al cliente per valutare i benefici di un investimento atto alla riduzione di tali tempi.
Il supporto remoto prevede una operatività base con orario d’ufficio dal lunedì al venerdì per rispondere alle chiamate di assistenza del cliente, oppure su richiesta una operatività fino a 24/7. Il team rimane comunque in allerta/reperibilità al di fuori di questo orario per intervenire in situazioni critiche anche senza la segnalazione del cliente.
Il servizio prevede la gestione delle seguenti aree tematiche:

• Host di virtualizzazione vmWare o Hyper-V
• Server vCenter per la gestione del Datacenter
• Storage area network ed eventuali NAS
• Firewall
• Windows Server ed i relativi ruoli
• Networking e apparati attivi e passivi

Il NOC fornisce un intervento garantito entro le 4 ore con la possibilità di avere un host fisico con storage locale a disposizione; una macchina sostitutiva è mantenuta pronta ed installata presso i nostri uffici di Volpiano e, nel caso di necessità, basterà portarla presso la sede del cliente e connetterla alla SAN o, in casi estremi, ripristinare i backup su di essa.